venerdì 7 giugno 2013

Una perenne dalle foglie vellutate: la Stachys lanata

Lo scorso anno mi sono regalata tre nuove perenni: dei Geum Flames of Passion, morti già prima dell'inverno, dei Geranium Johnson's blue, che quest'anno sono cresciuti piuttosto stentarelli e una Stachys olimpyca. Quest'ultima è l'unica delle tre che mi sta dando delle belle soddisfazioni: oltre ad essersi allargata parecchio ne è addirittura nata un'altra piantina a qualche centimetro di distanza! 
La mia Stachys
Al momento la mia Stachys si trova in un posto senza senso perché risulta isolata in mezzo al prato. Probabilmente già il prossimo anno, però, non sarà più così: avevo parecchi dubbi sul da farsi  lo scorso inverno ma alla fine ho deciso di riportare quella zona allo stato "originario", aggiungendo attorno al sentiero circolare
altre piante quest'autunno! 
Nonostante il prato libero sia molto piacevole alla vista e di più facile manutenzione non posso frustrare il mio animo rococò: gli spazi vuoti mi lasciano perplessa! Devo riempirli di piante! E' più forte di me!

CARATTERISTICHE

La Stachys lanata è un'erbacea perenne conosciuta anche coi sinonimi di Stachys olympica e, questo è molto simpatico, Orecchio d'agnello. 

Le foglie della mia Stachys
- FIORI

La parte aerea della Stachys sparisce durante l'inverno per rispuntare poi in primavera. 
Fiorisce durante la tarda primavera, tra fine maggio e giugno: in questo momento la mia sta cominciando a sfiorire. I suoi piccoli fiori viola  non sono molto significativi e sono
distribuiti su spighe  alte circa 70 cm. 


- FOGLIE

La parte più decorativa della pianta è rappresentata dalle spesse foglie lanceolate verde-argento e "pelose". 
Le foglie sono molto particolari al tatto: hanno una consistenza che ricorda il velluto o la ciniglia! Quelle alla base sono meno "pelose".

Le spighe di Stachys

- ESPOSIZIONE E CURE

La Stachys preferisce essere esposta al sole: la mia la è anche nelle ore più calde del giorno.
Non ha bisogno di particolari cure, se non quella di eliminare le spighe sfiorite per mantenere la pianta più compatta. L'anno scorso non l'ho fatto ma quest'anno proverò a ricordarmene!

Particolare dei fiori


- ABBINAMENTI

Visto che senza spighe la Stachys non è molto alta, direi che è una pianta da primo piano in un'aiuola. 
Ora la mia Stachys è sola soletta ma, come accennavo qualche riga fa, sto cominciando a valutare gli accostamenti consigliati in rete per questa perenne. 
Per ora gli abbinamenti che mi convincono di più sono quelli con i Geranium, le graminacee, la Lychnis, la Nepeta e le rose di colore rosa, porpora o bianco.

Stachys olympica e rosa Grace (maggio 2015)

2 commenti:

  1. La stachis non si perde mai, è un'erba di compagnia di altri fiori più vistosi e importanti, eppure ha la personalità di una protagonista, bellissima! Mi aiuta a portare luce in molte posizioni difficili, purché luminose, in primo piano e va d'accordo con tutti i colori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero proprio che non mi muoia almeno lei! Mi sono persa anche due Nepete che credevo fossero piante indistruttibili...
      Dimmi se hai qualche suggerimento su arbusto non troppo grande da accostare alla Stachys! Sono a caccia di ispirazione!

      Elimina

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...